circ. n.100

Circolare n.100 esercitazione antincendio – prova di evacuazione

esercitazione antincendio - prova di evacuazione

Nell’ambito di una situazione emergenziale reale o dell’esercitazioni di esodo obbligatorie per legge, si comunica a tutto il personale che quando viene attivato il segnale di emergenza costituito da: MESSAGGIO VOCALE AUTOMATICO DI ESODO,

deve essere immediatamente interrotta ogni attività di qualsiasi genere per prepararsi immediatamente all’esodo in sicurezza.

Il piano di evacuazione e di emergenza, disponibile per consultazione presso la segreteria, prevede che:

– il docente, interrotte prontamente le attività, dia indicazioni concise e sufficienti per l’individuazione della via di fuga, richiamata nelle planimetrie e segnaletica affisse in corridoio; organizzi il flusso degli occupanti l’aula, disponendo di un alunno aprifila e ponendosi egli stesso in posizione di chiudifila;

– dopo aver comandato il deflusso degli alunni, verifichi, prima di uscire dall’aula, che tutti gli occupanti siano stati coinvolti nelle operazioni di esodo; apra una finestra, chiudendosi in uscita, la porta dell’aula alle spalle. Il docente ha l’obbligo di portare con sé l’elenco degli alunni di classe.

– il personale non docente spalanchi le uscite di emergenza e riceva il flusso delle persone in uscita, attivandosi immediatamente nella fase di orientamento;

– il flusso avvenga in maniera ordinata e senza fretta;

– giunto al punto di raccolta, il docente faccia l’appello degli alunni, annotando la regolarità dell’esercitazione, sul modulo di classe disponibile nella cartellina di ciascuna classe che dovrà essere compilato in maniera completa e con estrema cura, ed andrà consegnato alla Vicepreside o suo sostituto.

– al segnale di rientro, che sarà dato dal Coordinatore delll’emergenza o dal responsabile del servizio di prevenzione e protezione, ciascuna classe potrà far ritorno alle proprie postazioni e incombenze e l’esercitazione sarà conclusa.

 

Il personale di segreteria ed il personale ATA non impegnato in compiti di coordinamento dovrà interrompere qualsiasi attività e partecipare all’evacuazione, disponendosi in fila indiana e orientandosi verso l’uscita di emergenza indicata nelle planimetrie affisse, il cui percorso ciascun addetto avrà preventivamente individuato.  Il DSGA o suo sostituto, avrà cura di compilare il modulo di evacuazione disponibile nella cartellina antincendio.

Dalla guardiola sarà comandata la chiusura della sbarra d’ingresso all’istituto: infatti è vietato il movimento in entrata/uscita dagli spazi scolastici, durante la fase di emergenza, di mezzi di locomozione e/o persone

 

E’ fondamentale, per il buon esito della prova, che ciascun docente si renda conto preventivamente del percorso d’esodo e che raggiunga il punto di raccolta prestabilito senza attardarsi o soffermarsi in prossimità dell’uscita di sicurezza, in modo da non intralciare i percorsi d’esodo e rendere semplici i controlli.

ATTENZIONE:

Nel percorso e al punto di ritrovo, è obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la distanza sociale di 1 m sia in posizione statica sia dinamica.

 

Quando viene attivato il segnale di terremoto costituito da:

campanella: due suoni lunghi intervallati da 3 sec

deve essere immediatamente interrotta qualsiasi attività di qualsiasi genere per trovare riparo sotto il banco, sotto la cattedra.

– Il docente, interrotte prontamente le attività, deve dare indicazioni concise e sufficienti perché ogni alunno si ripari sotto il proprio banco scansando sedie e zaini;

– Gli alunni più lenti o portatori di handicap o in preda al panico devono essere fatti riparare sotto la cattedra o sotto strutture portanti, precedentemente individuate dal docente.

– Il personale di segreteria ed il personale ATA dovrà interrompere qualsiasi attività e. ripararsi sotto la scrivania o sotto strutture portanti, precedentemente individuate

Al segnale di terremoto, farà seguito il segnale di evacuazione (vedi sopra).

E’ fatto obbligo recepire Il piano di evacuazione e di emergenza, disponibile presso la segreteria nelle sale docenti delle sedi o sul sito della scuola.

Il personale docente ed il DSGA compileranno i moduli di avvenuta gestione dell’emergenza e li consegneranno al Dirigente scolastico.

Il Dirigente scolastico avverte che qualsiasi inadempienza alla direttiva esposta sarà punita e che ogni docente dovrà farsi carico di verificare, con la massima diligenza per la salvaguardia della propria ed altrui salute, il percorso d’esodo controllando la segnaletica affissa alle pareti dalla propria classe al luogo sicuro.

 

 

 

Civitavecchia, 14/11/2022

Documenti

CIRCOLARE N 100

pdf - 395 kb