Istituto di Istruzione Superiore G.Marconi

Istituto di Istruzione Superiore G.Marconi

L'Istituto si trova a Civitavecchia  (Roma)  in Via Ciro Corradetti n.2. Tel. 06-121124375  0766-20325 Fax 0766-22708
Tecnici e Licei

Tecnici e Licei

Liceo scientifico indirizzo sportivo - Liceo Scientifico opz. sc. applicate - Tecnico Tecnologico: Elettrotecnica Elettronica Informatica Meccanica
1 2 3
Martedì, 02 Aprile 2019 20:07

Progetto memoria

TERZA EDIZIONE DEL PROGETTO MEMORIA, UN GRANDE SUCCESSO PER L’IIS G. MARCONI

Vittoria nelle categorie “Musica” e “Arti figurative” nel concorso nazionale organizzato da Rai Cinema e Clipper Media

rsz img 20190402 wa0030

Nella giornata del 27 marzo 2019 una considerevole rappresentanza dell’IIS G. Marconi di Civitavecchia, che ha visto uniti in un’unica voce i ragazzi dell’istituto tecnico e del liceo, ha partecipato al Teatro Olimpico di Roma alla premiazione della terza edizione del concorso nazionale “Progetto Memoria. Il nostro passato appartiene al vostro futuro”, organizzato da Rai Cinema e Clipper Media.

I nostri ragazzi hanno tenuto alto, anzi altissimo il nome della scuola, mettendo in campo le loro migliori doti artistiche e salendo poi sul palco come vincitori di ben due dei quattro premi: il premio Musica, vinto dai ragazzi della III B Liceo scientifico opzione scienze applicate rappresentati da Bianca Neculau, Damiano Filabozzi e Domenico Paone con l’opera “Sussurri del passato”, e il premio “Arti figurative”, assegnato ad Azzurra Lucchetti, Martina Del Giudice e Alessandro Bonelli della classe V B informatica con il disegno “Il mondo nel tempo”.

rsz 1 b il mondo nel tempo bonelli del giudice lucchetti v b informatica

IL MONDO NEL TEMPO (Martina Del Giudice, Azzurra Lucchetti e Alessandro Bonelli, Classe V B Informatica)


Gli studenti hanno realizzato una rappresentazione di passato, presente e futuro su un cartoncino di dimensione 50x70cm, colorato con matite normali e acquarellabili. Nel passato viene raffigurata la faccia della Terra che piange (il pianto dell’umanità) a causa delle vite passate nel campo di sterminio di Auschwitz. Nel presente c’è una barca con dei migranti, carichi di speranze e precarietà. Nel futuro è disegnata l’altra metà della Terra, finalmente felice in un mondo pieno di pace e infatti colorato con colori accesi rispetto al passato. Infine, in alto, è presente una fenice simbolo di rinascita.

Il premio Musica, vinto dai ragazzi della III B Liceo scientifico opzione scienze applicate rappresentati da Bianca Neculau, Damiano Filabozzi e Domenico Paone con l’opera “Sussurri del passato”:

ASCOLTA  "Sussurri del passato"          

TESTO E SPIEGAZIONE

«Tutto è nato da quattro note e una poesia. I nostri insegnanti ci hanno visto del talento e ci hanno spronato a continuare. L’intera scuola si è messa a nostra completa disposizione con strumenti musicali, ragazzi e professori musicisti, e spazio e tempo per provare. È stata l’unione e l’entusiasmo di tutti a dar vita alla nostra opera musicale» affermano gli studenti della III B, mentre quelli della V B raccontano: «L’idea di poter esprimere la nostra passione del disegno per rappresentare le sofferenze del passato e del presente e le speranze del futuro, in un progetto così importante, ci ha elettrizzato. Il solido appoggio della professoressa di italiano, che ci ha da subito incitato a metterci in gioco, ha fatto la sua parte. Vincere è stato il colpo di scena, ma la soddisfazione più grande l’avevamo già provata vedendo cosa le nostre capacità e il nostro lavoro di squadra sono stati in grado di creare».

Al progetto hanno partecipato anche altri ragazzi del Marconi: per la IV B Informatica Maura Salomone con il racconto “Io non sapevo nulla” e Domitilla Dionori con il disegno “Il passato non si dimentica”, mentre per la V B Informatica Filippo Granati, Miriam Younes e Silviu Constantin Blagescu con il cortometraggio “Non puoi dimenticarlo”, e il sottoscritto con il racconto “Ho paura anch’io”.

Ciò che è davvero importante, sottolineano le docenti Camilla De Iorio e Francesca Tiselli, è stato il coinvolgimento straordinario degli studenti, che hanno fatto seguire allo studio della storia, e della Shoah in particolare, una seria riflessione che li ha portati a esprimere con creatività “i valori della solidarietà umana, della cooperazione tra i popoli e del rispetto delle diversità etniche, culturali e religiose”.

Dulcis in fundo, a chiudere in bellezza la III edizione del Progetto Memoria sono stati proprio due ragazzi del Marconi, Damiano Filabozzi e Alex Radu, musicisti della Banda Amici della Musica di Allumiere, che hanno suonato in maniera impeccabile, con tromba e trombone, la colonna sonora de “La vita è bella” di Piovani.

Oltre alla premiazione del concorso, la mattinata al teatro ha avuto come tema centrale il terzo e ultimo capolavoro del regista Israel Cesare Moscati, il film-documentario “Alla ricerca delle radici del male”, che per la prima volta e in diretta ha permesso a figli e nipoti della Shoah di incontrarsi, confrontarsi e in alcuni commoventi casi abbracciarsi con i figli e nipoti del nazismo. Un evento che Moscati ha deciso non di proiettare su schermo nelle ore passate insieme, bensì di riviverlo insieme; sono infatti saliti sul palco come ospiti speciali due dei protagonisti di questi inediti incontri: Fabiana Di Segni, nipote di Fatina Sed, sopravvissuta ad Aushwitz-Birkenau, e Friederike Wallbrecher, nipote di Matthias Pesch, un allievo ufficiale tedesco. Un’altra presenza importante è stata quella del figlio di una vittima dell’eccidio delle Fosse Ardeatine, Sergio Marino, amico d’infanzia del regista.

I tre figli della tragedia hanno mostrato al pubblico entrambe le facce della vicenda più atroce che marchia la storia del genere umano, raccontando le loro sofferenze e cercando di far comprendere al pubblico i loro stati d’animo.

«Grazie ad Israel ho scoperto la verità. È stato uno shock. Devo e voglio fare qualcosa per il futuro», afferma Federica Wallbrecher, il cui animo è fortemente mosso da un senso di responsabilità per gli errori dei nonni, e che da subito ha alzato la sua voce in favore della memoria e della pace.

«La ferita non potrà mai essere rimarginata, e la Shoah è ancora possibile. Bisogna sensibilizzare l’umanità nel suo insieme», spiega invece la psicoterapeuta Fabiana Di Segni, la cui sofferenza l’ha portata a compiere lunghi studi di psicologia.

«Non ho né rabbia né rancore. Non devo perdonare nessuno, il perdono va chiesto a chi è stato ucciso» dice invece Sergio Marino, stupendo tutti i presenti con la sua infinita umiltà, amorevolezza e accettazione di ciò che è stato.

I nostri studenti e quelli di tante scuole di tutta Italia sono riusciti in questa giornata a commuovere e rendere orgoglioso il regista, che ha deciso di trasformare l’intera mattina in un emozionante scambio di domande e risposte, idee e sentimenti al quale con fervore e timidezza hanno partecipato molti più ragazzi di quanti Moscati potesse sperare.

La data conclusiva dell’evento, in prossimità del 24 marzo, è stata scelta per ricordare l’eccidio delle Fosse Ardeatine. Nel pomeriggio gli studenti del Marconi ne hanno inoltre visitato il Mausoleo, che raccoglie la storia degli eventi e la memoria delle vittime e dei luoghi della strage nazista del 1944.

L’obiettivo principale del Progetto Memoria è quello di tenere viva la memoria per non ricadere in errore, ma questa giornata ci ha voluto insegnare qualcosa di più: ricordare non basta, oggi bisogna agire. Il male è un’arma a doppio taglio, o forse siamo noi ad essere un unico corpo, non possiamo ferire senza essere feriti. Ciò che è stato non potrà mai essere cancellato, ma possiamo sempre riscriverci sopra.

Manuel Moscatelli

Classe V B Informatica

Foto di Ciprian Apostol (V°A SA).

IIS G. Marconi, Civitavecchia

 

rsz 12a  rsz img 20190402 wa0026

rsz img 20190402 wa0027  rsz img 20190402 wa0031 

rsz rsz 9  rsz 11 

 

rsz 2  rsz rsz 1

rsz img 20190402 wa0028

Read 57 times
More in this category: Laboratorio di Impresa »

Progetti

mediazione4
Progetto attivo dal 2016/17. A partire dal 13 ...
mister bean3
Vedi le numerose iniziative di potenziamento ...
sportello dascolto 2
Progetto: ”Sportello di ascolto”Progetto ...
reti
  Attraverso la costituzione di reti e ...
salute
Progetto annuale di promozione alla salute ...
storia2
Progetto annuale di approfondimento di tematiche ...
equo sostenibile
Progetto annuale di educazione alla cittadinanza ...
VOLONTARIATO2
Il Progetto è attivo da due anni tuttavia ...
lattine 2
Progetto annuale di educazione ambientaleAmbito ...
Progetto Grand Tour Icona
Progetto attivo dal 2014/15Progetto volto alla ...
twitterletteratura
Progetto annuale di valorizzazione e ...
avis
Progetto in collaborazione con l’AVIS ...
tamburiiiiiiii 145x145
Ogni anno, all'inizio della primavera, il ...

Questo sito utilizza i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, compresi cookie di terze parti, per alcuni servizi, ma nessun dato personale che ti riguarda viene in proposito acquisito dal sito né vengono utilizzati c.d. cookie "di profilazione" di alcun tipo. Se procedi con la navigazione nel sito, mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso, senza disabilitarli ci autorizzi l’invio e l’utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.

Per leggere la nostra politica in materia di cookie, ed eventualmente, per negare il consenso all’installazione di qualunque tipo di cookie, clicca qui a fianco Per saperne di piu'

Approvo

Contatti

Via Ciro Corradetti 2  00053 Civitavecchia (RM)  Distretto n. 29   C.F. 91069300589  

Tel. 06-121124375      Fax 0766/22708  

IBAN   IT14H0760103200001021821358

Posta certificata         rmis112007@pec.istruzione.it

Segreteria Scuola       rmis112007@istruzione.it (per tutti gli utenti)

Dirigente Scolastico   nicola.guzzone@istruzione.it (solo per il personale scolastico interno)

Redazione  sito            redazionesito@marconicivitavecchia.it (solo per articoli sul sito)

Top