Marianna Marcelletti, classe 2D Scienze applicate, giovedì 27 ottobre 2022 ha vinto due medaglie d’oro nella categoria cadetti (14/15) kumite Ippon individuale e a squadre, diventando campionessa mondiale di Karate per la sua categoria.

Una delle tante bellezze dello sport è quella di trasformare una gioia individuale in una felicità collettiva. Il trionfo dell’atleta appassiona e coinvolge tutti, mostrando con naturalezza irrefrenabile una delle qualità migliori dell’essere umano: la nostra capacità di gioire per un’altra persona, provare empatia, senso di appartenenza. La storia di Marianna, fatta di sacrifici, impegno, serietà, è la storia di una vittoria in cui possono e devono riconoscersi moltissimi studenti. A dimostrazione del fatto che l’attività agonistica non è mai sottrazione ma addizione, non è scusa dietro la quale sfuggire agli impegni di scuola, Marianna è una delle studentesse più brillanti del nostro Istituto. È forse questo aspetto che inorgoglisce di più alunni e professori: la vicenda di questa ragazza abbatte lo stereotipo dell’atleta che, per raggiungere traguardi importanti, è costretto a trascurare lo studio barricandosi dietro agli impegni agonistici. Una testimonianza importante per quei ragazzi che pensano sia impossibile portare avanti in modo eccellente sia lo studio che lo sport. Una lezione  anche per i professori, che non devono mai dimenticarsi le storie di vita dei loro studenti.

I tuoi compagni e i tuoi professori ti ringraziano, Marianna, per aver regalato loro questa grande gioia e questo esempio.

La 2D Sa

Un commento a “La storia di Marianna, orgoglio del Marconi

  1. Della Corte Gaetano ha detto:

    Un ringraziamento va anche ai professori che sanno valorizzare l’impegno e la serietà dei ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *